Ludwig, vita e morte di un giovane re inquieto

 king1.jpg 

Da circa un mese ho in mente di scrivere qualcosa sulla figura inquieta di Ludwig II di Baviera. L’idea mi ha raggiunto per caso quando ho cominciato a cercare notizie sul castello di Neuschwanstein, quello che avete visto mille volte in foto e dal quale Walt Dinsey ha preso idea per i castelli dei sui cartoni animati. Man mano che raccoglievo notizie sul castello affiorava sempre più la figura decadente di questo pazzo sognatore, un sovrano del tutto criticabile, fautore di assurdità, detestabile e instabile. La storia non ha elementi per considerarlo molto ma i tre milioni di persone che annualmente visitano Neuschwanstein manco fosse Graceland, ne rimangono colpiti in qualche modo. Si va per visitare il castello delle favole e si scopre il più controverso e per questo affascinante re dell’800.

Un bambino nato il 25 agosto del 1845 e vissuto fino all’adolescenza in un altro castello incantato, quello di Hohenschwangau, al riparo dagli intrighi di corte, ma anche dalla vita reale. Incoronato nel 1864 a soli 19 anni si impegna, in un primo tempo, con volontà nella gestione della cosa pubblica pur non rinunciando alle sue stravaganze; prima su tutte quella di essere il mecenate compulsivo di Richard Wagner. Col passare degli anni Ludwig si allontana sempre più dalla realtà e finisce per vivere in un suo mondo sognante e malato. Esce a cavalcare frequentemente di notte, resta chiuso nella sua stanza per giorni interi a leggere poesie. Esistono diverse teorie sulla sua personalità, per alcuni è palese una omosessualità repressa ma visibile nel suo attaccamento persino morboso alla figura di Wagner che di par suo approfitta della situazione finchè può ma poi si allontana dal suo mecenate tanto da evitarlo in continuazione pur mantenendo una fitta corrsipondenza.

Dal punto di vista affettivo è molto intrigante la tesi fantastica portata sul grande schermo nel 1973 da Luchino Visconti nel film Ludwig (uno tra i migliori film di Visconti). Nel film si ipotizza un Ludwig innamorato della cugina Elisabeth, l’altrettanto mitizzata Sisi, imperatrice d’Austria. Forse la realtà è un po’ diversa ma di sicuro il legame tra i due fu intenso, entrambi non sopportavano la vita di corte e gli impegni istituzionali e palesavano un’inquietudine condivisa. Le scene del film nelle quali i due cavalcano di notte tra la neve hanno una sublime tensione erotica e lasciano intuire persino il destino tragico che ha poi accomunato i due. Ludwig nel gennaio del 1867 si fidanza con Sophie (la sorella di Sisi, quella che le somiglia di più), si fissa la data delle nozze per il 28 novembre dello stesso anno ma il 10 ottobre Ludwig rompe il fidanzamento. D’ora in poi il suo unico cruccio sarà quello di costruire castelli e tra questi Neuschwanstein che comincia ad essere edificato nel 1869 e viene terminato nel 1884. Ludwig vi soggiorna sempre più spesso fino a quando l’11 giugno del 1886 una delegazione di medici e notabili lo raggiunge per comunicargli che è stato destituito perchè dichiarato da una commissione di medici voluta dal governo, che mai l’avevano visitato, malato di mente. Ludwig si lascia portare nel castello prigione di Berg il giorno stesso (solo i cittadini del borgo sottostante Neuschwanstein oppongono una inutile resistenza). Due giorni dopo, nel pomeriggio del 13 giugno ottiene di fare una passeggiata nei dintorni del lago di Starnberg accompagnato da un tutore, il dottor von Gudden. Alle 23 dello stesso giorno i corpi del dottore e di Ludwig vennero ritrovati senza vita nelle acque del lago. Nessuno riuscì mai a chiarire le circostanze della morte. Sisi, invece, fu uccisa nel 1898 sul lungolago di Ginevra da un anarchico italiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: