2 febbario 2008 traiettorie esistenziali di Antonio Prosperi e Cagliostro all’Eden di Urbisaglia

sara-2008-017.jpg 

Sabato 2 febbraio 2008, di sera all’Eden pub di Urbisaglia è stato presentato il libro Traiettorie esistenziali di Antonio Prosperi e Cagliostro per il quale ho scritto la prefazione. Il luogo era per me assai familiare dato che è stato il pub delle mie prime sbronze, lo stesso dove i miei amici suonavano l’hard rock dei primi tempi. Nonostante l’abitudine a frequentare i tavoli in legno dell’Eden, nonostante riconosca le scritte intagliate sui tavoli stessi, che forse alcune sono mie, nonostante tutto ero un po’ agitato. Questi miei sommovimenti ansiosi derivavano dal fatto che dovevo parlare della poesia di un grande amico che conosco da anni come Antonio Prosperi e dell’arte di un grande amico che conosco da poco come Cagliostro. Quindi una responsabilità in più, una voglia di approfondire e rendere giustizia a questi due amici che approfittano dell’arte per ritrovarsi e vivere facendo vivere un po’ meglio chi li circonda.

Antonio Prosperi prima di cominciare si è avvicinato al tavolo dove stavo consumando la storica porzione di patatine fritte dell’Eden e mi ha sussurrato che avremmo cominciato con una sua domanda alla quale avrei dovuto provare a dare una risposta. Pronti via, io in mezzo Cagliostro alla mia sinistra, Antonio a destra che saluta i presenti nel frattempo diventati tanti e parte la domanda – Perchè si sceglie di pubblicare un libro di poesie e quadri? – E guarda me, da me si aspetta una risposta e allora io lo guardo e poi guardo Cagliostro e li vedo così vicini alla loro terra, alla memoria del loro habitat. Dico che si pubblica un libro come il loro perchè loro sono e saranno i tramandatori delle cose belle e brutte, gli unici che hanno avuto il coraggio e lo avranno ancora spero, di fissare il particolare tentando di trasformarlo in reale.

Le poesie di Antonio Prosperi sono ancora in divenire, si cibano ancora di quel poetico che tende al naif eppure nella loro semplicità appaiono, senza chissà quale pretesa, veritiere e solide. Di Antonio preferisco i testi che parlano del passato, quelli in cui racconta i miti popolani, le botteghe del paese, i lavori, le case degli amici. Sono commoventi le parole intimamante soppesate, sono docili e lucide, frutto di una sensibilità non comune. I quadri di Cagliostro sono invece immediati e gravi, potenti abrasivi, si incollano allo sguardo, spaccano i colori. Forse le forme, quando appaiono, non sempre rendono la surrealtà poetica ma le striscie di giallo che delimitano i confini o l’arancione sullo sfondo cupo, trapassato con apparente non curanza rapiscono l’iride, la cornea ne trova giovamento.

Abbiamo concluso la discussione nella confusione del sabato sera che sovrastava pian piano la nostra assenza di microfono e mentre terminavano le parole anche la mia Guinness andava verso il fondo del boccale a colmare lo spazio dei ricordi che i miei amici artisti avevano squarciato.

L’INCONSISTENTE

  

nell’anno quarto del secondo millennio

ad un’ora imprecisata di un giorno come tanti

comunque presso il calar del sole

aziono lo sciacquone dopo tre pisciate e un mozzicone di sigaro

mentre dalla finestra penetra

l’ammaliante suono della brezza primaverile

tra pensieri affollati nella testa

come in una stazione della metro all’ora di punta

raggiungo le ciabatte, parallele all’armadio

infilandoci le mie estremità inferiori

ancora inumidite dell’acqua di doccia

certo vorrei essere anch’io a Copenaghen,

da qualche altra parte o forse solo

in un altro stato mentale

eppure dovrei essere contento oggi

ho terminato positivamente le analisi cliniche

invece posso constatare

l’affermazione perentoria

di un indefinito sentimento crepuscolare,

metafisico dolore, inconsistente

di fronte alla razionale considerazione

Annunci

Una Risposta to “2 febbario 2008 traiettorie esistenziali di Antonio Prosperi e Cagliostro all’Eden di Urbisaglia”

  1. mariolina Says:

    è una poesia in agro-dolce che esprime la sensibilità acuta del poeta.
    attendo curiosa di incontrarlo in 7 agosto.
    avremo modo di scambiarci diverse opinioni e osserveremo la stessa cosa da angolazioni diverse.
    auguri
    Maria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: