Sant’Elpidio a Mare, prima serata di Venerdi Poesia 14 marzo 2008

venerdi-poesia-dscf3849.jpg 

E’ stata una bella serata, quella organizzata all’Auditorium “Graziano Giusti” di Sant’Elpidio a Mare, da Massimo Gezzi e dall’associazione culturale Citta di Zenobia. Venerdi 14 marzo 2008 con la presentazione del numero 9 della rivista Nostro Lunedi ideata e curata da Francesco Scarabicchi, si sono infatti inaugurate le serate della rassegna Venerdipoesia. Dopo la presentazione natalizia alle Muse di Ancona questo numero della rivista, dedicato alle Marche, ai suoi artisti, ai suoi scrittori ha così toccato un’altra splendida piccola città. E a festeggiare si sono ritrovati anche stavolta un bel po’ di poeti, narratori e musicisti.

Il ritrovo un po’ prima di cena ha visto arrivare alla spicciolata i protagonisti della serata. E la cena più o meno in piedi con tavole imbandite da prodotti tipici gustosissimi è stata già di per se occasione per parlare, scambiare pareri, progettare e condividere. Tra i poeti, i musicisti e gli artisti si aggiravano anche ottimi fotografi che come solo loro sanno fare hanno catturato gli istanti cruciali delle conversazioni, dello stare insieme così raro al mondo letterario. Personalmente mi capita spesso quando ci troviamo di parlare fitto con Adelelmo Ruggeri che trovo simpaticissimo, ma anche con Franca Mancinelli e Luigi Socci. Poi non posso fare a meno di isolarmi qualche istante a discutere con Francesco Scarabicchi che sa sempre aprire nuove strade e me le sa indicare prima che io arrivi a comprenderle.

Dopo aver mangiato un bel po’ e bevuto (almeno io) un bel po’ siamo saliti all’auditorium e aprendo le porte ci siamo accorti che il pubblico cominciava a materializzarsi. Nel giro di quindici minuti circa la sala era quasi piena e Massimo Gezzi, accompagnato da Francesco Scarabicchi, ha introdotto la serata. Scarabicchi ha illustrato il numero 9 del Nostro Lunedi come solo lui, che l’ha creato, sa fare. E’ stato davvero bello ascoltare, a volte è proprio giusto ascoltare. Va dato atto a Massimo Gezzi di credere, come altri del resto, all’idea di poter collaborare in maniera stretta tra coloro i quali si occupano di poesia in questa regione. Tanto che nei vari depliant di promozione della rassegna sono state indicate come associazioni collaboratrici Licenze Poetiche di Macerata e Nie Wiem di Ancona.

Le letture sono state introdotte dalla chitarra di Roberto Zechini e a succedersi sul palco uno dietro l’altro sono stati: Alessandro Catà, Angelo Ferracuti (strepitoso il suo racconto di boxe), Antonietta Langiù, Franca Mancineli, Adelelmo Ruggeri (come al solito divertente), Lucilio Santoni, il sottoscritto (che pensa di aver fatto una bella lettura, coinvolgente), Luigi Socci e Luana Trapè e probabilmente qualcun’altro che ora, colpevolemente non ricordo. Alla fine posso dire e scrivere che si è trattato di uno dei tanti incontri importanti, piacevoli e intensi ai quali mi capita ultimamente di partecipare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: