Secondo incontro con il 4° Servizi Sociali dell’Ipsia di Corridonia

Il secondo incontro con la classe quarta servizi sociali dell’Ipsia di Corridonia si è svolto il 27 marzo 2008 e il programma del progetto “Poesia di classe” voleva che si parlasse dell’autore che teneva le cosiddette lezioni. Quindi armato dei miei libri e delle antologie mi sono recato convinto di essere in ritardo e quindi trafelato ad incontrare questa “mia” classe abbastanza volitiva ma comunque originale e senza dubbio curiosa. Ho cominciato appendendo come prassi il lenzuolo dell’angolo della poesia e facendo partire la sigla che ho scelto per questi tre confronti: Por una cabeza di Carlos Gardel.  Stavolta non c’è stato da rompere il ghiaccio e quindi senza le presentazioni siamo andati subito al dunque.

Ho chiesto alle ragazze di immaginarmi come un juke box e chiedere poesie sui temi che loro sentivano più vicini in modo che poi io andassi a cercare nella mia “produzione” qualcosa inerente alla loro richiesta. Dopo un istante di sconcerto è arrivata la prima richiesta, o meglio la prima domanda. – Quando hai cominciato a scrivere poesie? – E poi subito dopo – Perchè hai cominciato a scrivere poesie? – La risposta è stata piuttosto lunga dato che ha a che fare con l’adolescenza e i primi sussulti di sentimento, tra l’altro piuttosto cocenti. Quindi è arrivata la richiesta di leggere la fatidica prima poesia scritta. Ma sinceramente non me la ricordo più tanto bene qual’è stata.

Per fortuna conservo ancora una specie di libretto fotocopiato nel settembre del 1988 con l’aiuto di Don Guido (uno dei due preti di Colmurano). Dentro ci sono 29 poesie mie e una di un mio carissimo amico. Tra queste ho scelto di leggere quella che più o meno mi sembrava più lontana nel tempo pensando che fosse stata scritta più o meno nella primavera del 1987. Era per una ragazza. Dopo averla ascoltata in una specie di religioso silenzio la classe ha ripreso il suo naturale brusio e ho atteso altre richieste o domande.

A questo punto c’è stato un po’ di imbarazzo sfociato nella richiesta di voler sentire una poesia sui giovani. Allora ho letto una poesia sulla gioventù cioè Massimiliano primo d’Europa. Mi è sembrato di capire che non hanno apprezzato tantissimo il testo e con i minuti ho anche capito perchè. Le ragazze del 4° servizi sociali dell’Ipsia amano la poesia, ne sono attratte, non c’è dubbio ma non hanno ancora gli strumenti per approfondire il linguaggio che la poesia contemporanea usa. Così restano davvero affascinate dai testi con una struttura semplice (quelli della mia adolescenza) che parlano di amori e disagi (temi nei quali giustamente si ritrovano in pieno).

L’ultima richiesta è stata quella di leggere l’ultima poesia scritta, che purtroppo non avevo dietro e che comunque è stata pubblicata da pochissimo sull’antologia Il silenzio della poesia – Fara Editore, quindi ho letto l’ultima pubblicata che avevo dietro ed è La colpa è il mio compagno… Anche in questo caso non c’è stato un forte coinvolgimento, il tema della colpa è troppo distante dalla loro fantastica e tragica età. Per ultimo, con tempi strettissimi ho chiesto alla classe di cimentarsi ancora nell’esperimento di scrittura creativa, stavolta a tema libero. Hanno letto i loro testi almeno in cinque (non ricordo bene) forse sei. Ed è stato un successo. Sono arrivati persino gli applausi tra compagne di classe, fatto raro se non ricordo male.

Nei giorni scorsi poi mi hanno spedito via email altre poesie e due di queste le pubblico qui sotto. La terza pur essendo molto bella non ho il consenso a pubblicarla.

 

IL DOLORE    (Valentina Frattali)

 

Il dolore è un colore nero,

un thè sbagliato.

Il dolore aumenta

per colpa della purezza

che litiga col nero.

 

(Fanny Petrolati)

 

Tutti sbagliano.
Io l’ho fatto con te,
quando ti ho scelto
eri tutto.
Ora sei solamente,
un foglio bianco,
dove nessuno scriverà.
Su quel foglio
nascerà un punto,
sarò io,
sarà la mia vita.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: