26 aprile 2008 Nuovi versi dalle Marche a Marano di Cupra Marittima

In un giorno a cavallo tra due feste, sabato 26 aprile 2008, tre giovani autori del gruppo che gira intorno a Licenze Poetiche (dovevamo essere quattro ma Christian Baleani non è potuto essere dei nostri) hanno raggiunto su invito di Dario Ciferri (critico d’arte in primis ma anche interessante poeta) lo splendido borgo medievale di Marano di Cupra Marittima. L’occasione era data dall’iniziativa Saggi e Paesaggi organizzata dalla Provincia di Ascoli Piceno, dal Comune di Cupra Marittima, dall’associazione culturale Alta Fedeltà e dal comitato di quartiere n° 1. Il titolo della lettura era altisonante ma indicativo “Nuovi Versi dalle Marche” e l’occasione che il curatore della serata Andrea Fontana ci ha proposto era davvero imperdibile; così Marco Di Pasquale, Daniele Donati e il sottoscritto sono partiti alla volta di Cupra per cimentarci in una lettura insieme al carissimo Dario Ciferri.

La lettura in programma doveva tenersi nel giardino della pineta belvedere del borgo di Marano ma viste le condizioni del tempo con un vento forte e piuttosto freddo l’organizzazione ha ben deciso di spostare il tutto all’interno del Museo Archeologico del Territorio. Ed è stata davvero una sorpresa bellissima. Un museo piccolo ma curato, disposto su tre piani con reperti archeologici che mi hanno davvero colpito e persino ricostruzioni accurate sia su plastico che a grandezza naturale. Davvero un piccolo gioiello. E al gioiello per l’occasione erano abbinate anche le opere della mostra collettiva “Reperti” anch’essa curata da Ciferri. Sorpresa e coincidenza su sorpresa e coincidenza tra gli artisti di questa collettiva assai coinvolgente c’era la “mia” Francesca Gentili. Un’artista del cui talento non potrei fare a meno, nemmeno della sua essenziale amicizia.

La lettura era inserita all’interno di un ulteriore interessante ed eterogeneo programma; preceduta dalla presentazione del libro del professor Luciano Bruni Cupra Marittima e i suoi abitanti durante la seconda guerra mondiale e succeduta dalla proiezione dei corti della rassegna Corto per scelta curata dall’asscociazione Arancia Meccanica di Massignano.

Veniamo però al dunque: Ha aperto le danze e le letture il buon Dario Ciferri con i suoi testi di puro modernariato che lo scorso anno colpirono la giuria di Poesia di Strada tanto da inserirne uno tra i venti finalisti; poi è stata la volta di Marco Di Pasquale che ha riscosso il successo che merita vista anche la sua rimpatriata e per una volta si può dire che il Di Pasquale è stato persino “p(r)o(f)eta in patria”. Quindi è stata la volta di Daniele Donati che ha stupito gran parte dei suoi antichi estimatori dato che i più lo ricordavano come grande cantante e musicista; i suoi versi sono stati una bella sorpresa per tutti (non per me che li conosco da tempo). In ultimo è toccato al sottoscritto leggere e ho letto dalle ultime cose, comprese le due poesie inserite all’interno dell’antologia Il silenzio della poesia uscita per Fara Editore. 

E alla fine dopo una passeggiata con Dario che mi faceva da Cicerone lungo i vicoli medievali e un lauto aperitivo a base di rosso piceno, siamo scesi tutti a Cupra Marittima per una divertente e conviviale cena collettiva. Occasioni come questa, così belle, così alte da consentire persino il loro svolgersi in maniera semplice e gioviale mi fanno far pace con il mondo della poesia che sempre più spesso mi appare disturbato da una incomprensibile competizione. Ma si può essere competitivi in poesia? Tutte riflessioni fatte tornando di notte in macchina lungo l’A14 con Daniele Donati e Sara. Poi è comparsa sulla collina di nuovo Macerata e mi viene in mente che forse è proprio la disillusione e la diffidenza di questa città nei confronti dei poeti che rende i suoi poeti, poeti.  

Annunci

3 Risposte to “26 aprile 2008 Nuovi versi dalle Marche a Marano di Cupra Marittima”

  1. Walter Says:

    Ciao Alessandro,

    sono Walter,uno degli organizzatori di saggi paesaggi e membro di Alta Fedeltà.
    Le parole che hai scritto su questo piccolo incontro sono davvero belle.Ne abbiamo tutti bisogno dopo l’impegno e la fatica nell’organizzare il tutto.
    Hai ragione tu,se ci fosse meno competizione,in poesia come in altri campi,ci sarebbe più divertimento e più comunicazione.

    grazie,ciao

    Walter

  2. dario Says:

    ciao Alessandro gran bel pezzo e bellissima analisi
    della serata, adesso spero di rivederci molto presto a macerata o ovunque sia
    un abbraccio a presto

  3. alessandroseri Says:

    grazie a Walter e a Dario, per essere passati di qui, per aver letto e per aver costruito questo ponte con noi di licenze poetiche. Speriamo che si trasformi in una lunga amicizia e in una collaborazione fruttuosa
    un abbraccio ad entrambi

    ale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: