19 maggio 2008, primo giorno del VII Festival LICENZE POETICHE

(nella foto Giampaolo Vincenzi e Paolo Ruffilli)

E così abbiamo cominciato questo Festival! La settima edizione di Licenze Poetiche è partita col piede giusto e al caffè libreria Pathos alle 18,35 con una normalissima mezz’ora di ritardo siamo partiti per questa avventura. Christian Baleani ha introdotto con piglio e competenza i primi due ospiti del Festival: Igino Creati con il libro I cieli di San Pietroburgo edito da Tracce e Alessandro Se Santis con Il cielo interrato edito da Joker. E lo ha fatto di fronte ad un pubblico di tutto rispetto. Tra i tanti presenti vanno segnalate le presennze importanti di Guido Garufi, Fabio Grimaldi e della fotografa ed artista Rita Vitali Rosati. Un pubblico di spessore e molto più numeroso di quanto ci si aspettasse. Segno che la poesia, quella vera, può avere ancora una suo seguito. Baleani ha introdotto sottolineando le differenze stlistiche ma anche generazionali tra i due autori. De Santis ha risposto con sostanza poetica alle sollecitazioni mentre Creati si è domostrato istrione capace di cogliere l’attimo e cataliizare intorno a se e alle sue parole l’attenzione dei presenti.

Dopo un’ora di discussioni, letture e interventi del pubblico, c’è stata la staffetta e a salire in cattedra è statp Giampaolo Vincenzi per presentare l’ospite d’onore di questa prima giornata di festival. Paolo Ruffilli ha fatto immediatamente ammutolire la sala del Pathos, catturando l’attenzione dei presenti e approfondendo con sensibilita e acume le tematiche riccorrenti nei suoi testi; soprattutto in quelli dell’ultimo bellissimo Le stanze del cielo edito da Marsilio. La stessa casa editrice che aveva pubblicato anni or sono il suo strpitoso poemetto La gioia e il lutto. Paolo Ruffilli ha poi incantato il pubblico con letture commentate di alcuni testi e tutti sono stati coinvolti fino al punto che è cominciata una vera e propria discussione, un dibattito partecipato sulla poesia, sul suo ruolo, sulla sua necessità. Non male per un pomeriggio di Lunedì passato a Macerata. Ed è stato un pomeriggio lungo che si è protratto fino alle 20,30 quando i poeti e gran parte del pubblico presente si è sposatato nel suggestivo complesso degli Antichi Forni.

Agli antichi Forni, sempre rispettando abbastanza i tempi predisposti e davanti ad un altro pubblico nutrito che ci ha inorgoglito le due musiciste Alessandra Tamburrini e Claudia Piccinini hanno aperto la sessione serale esibendosi col loro repertorio classico. Così sono andati al microfono a leggere i loro testi nell’ordine: Igino Creati, Christian Baleani e Alessandro De Santis, Daniele Donati, Loretta Grassettini, Giuseppe Morici e dulcis in fundo con una lettura corposa che ha di nuovo ammutolito la platea e scatenato i forografi presenti a immortalare gli eventi di Licenze Poetiche, abbiamo ascoltato Paolo Ruffilli. Una lettura la sua che ha persino commosso, in certi passaggi, molti dei presenti e che ha determinato, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la notevolissima qualità di questo poeta punto di riferimento.

Alla fine della prima giornata, a chiudere come sempre faremo in questi sei giorni, come a voler segnare l’arrivo di una tappa, ci siamo sposatati tutti al Terminal per la cena. Una cena speciale e buonissima durante la quale i poeti hanno parlato e scherzato e la tensione si è sciolta in chiacchiere che ci hanno accompagnato fino all’una. Poi alla fine è arrivato il momento del commiato. Ci siamo salutati e siamo scomparsi nel buio cercando qualche ora di riposo per il giorno successivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: