21 maggio 2008, terzo giorno del VII Licenze Poetiche Festival

(nella foto Fabiano Alborghetti, Francesco Scarabicchi e Franca Mancinelli)

Un giornata faticosa ma bellissima questo terzo giorno di festival. Qualcosa da farti uscire fuori di senno insieme a qualcosa di assolutamente sublime. La giornata è iniziata di mattina presto tra telefonate e arrabbiature e incontri e pianificazione. Siamo andati davvero al limite. E durante questi giorni così intensi e difficili (dal punto di vista organizzativo) più volte ci si è ripetuti e chiesti se ne vale poi la pena. La risposta sul momento è no! Non ne vale la pena ma poi di notte già al momento del convivio la tensione diminuisce e condividere la cena coi poeti riconosce un senso a tutto questo lavoro.

Gli eventi del Festival sono comunque iniziati con la solita mezz’ora di ritardo alla caffetteria Da Pierino (storico bar maceratese) con la presentazione di due tra i migliori nuovi, ma ormai affermati, poeti italiani: Fabiano Albroghetti e Franca Mancinelli, con i loro rispettivi bellissimi libri L’opposta Riva e Mala Kruna. I due sono stati magistralmente presentati da un Francesco Scarabicchi davvero in forma che ha deliziato il non eccessivo pubblico (saremo stati una ventina ad ascoltare) con una lunga introduzione che in realtà ha coinvolto emotivamente tutti i presenti tanto da non farci accorgere dello scorrere del tempo. Fabiano e Franca poi hanno proposto alcune letture e suggerito ulteriori spunti per comprendere meglio queste loro opere importnati.

A seguire è toccato ad una delle poetesse, a mio avviso, di maggiore intensità tra quelle/i della mia generazione:  una coloratissima Francesca Matteoni che è stata presentata dal giornalista e scrittore e amico Simone Palucci. Simone, come sua consuetudine, è stato molto sobrio e ha lasciato a Francesca lo spazio che merita. Francesca non si è lasciata pregare e ha raccontato tra una lettura e l’altra le sue esperienze londinesi dalle quali è stato tratto gran parte del materiale della sua ultima produzione. Unica nota stonata tutta da imputare all’organizzazione e cioè a noi di Licenze Poetiche e soprattutto a me; è stata l’assenza di un’amplificazione all’interno del locale. Difatti il frastuono degli aperitivi a più volte nascosto le parole dei poeti e dei loro relatori. Un errore che ci servirà per imparare.

Terminate le presentazioni dei libri ci si è spostati tutti per la terza sera agli Antichi Forni dove le cose sono diametralmente cambiate; l’ambiente raccolto, l’amplificazione perfetta, la musica di uno strepitoso (non è un complimento, è la relatà) Gianluca Ioannisci hanno caratterizzato una lettura davvero bella. Ad aprire è stato Fabiano Albroghetti, poi il nostro caro Antonio Di Cosmo della bottega di scrittura, quindi Franca Mancinelli. A seguire altri della bottega di scrittura: Matteo Chiurchiù, Simone Romagnoli e Sonia Trippetta e a chiudere ancora Francesca Matteoni e il nostro ospite d’onore del mercoledì Francesco Scarabicchi.

Anche il mercoledì ha visto la presenza tra il pubblico di un bel po’ di nomi noti della cultura maceratese tra i quali: l’editore Rocco Marcozzi, Maristella Angeli il presidente provinciale dell’Arci Federica Curzi. La serata come dicevo sopra si è conclusa con una divertentissima cena (sarà mai che si organizza tutto un festival per poter vivere poi la bellezza emotiva di queste cene?) dove come al solito eravamo qualcuno in più rispetto ai previsti e dove abbiamo però parlato di tutto e chiuso una giornata difficilissima ma in fondo speciale tra risate e abbracci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: