Rampe per alianti festival IV edizione, Poesia di Strada XI edizione, 27 settembre 2008

(Novella Torre, vincitrice dell’XI edizione di Poesia di Strada, premiata da Marco Di Pasquale)

E così c’è stata anche la IV edizione del Rampe per alianti Festival, sempre a Tolentino, ma stavolta spostati nella centralissima e raccolta Biblioteca Filelfica. Un luogo nuovo, tutto da scoprire. Certo abbiamo perso un po’ del fascino dato dalle mura arancio illuminate del Castello della Rancia ma ne abbiamo guadagnato in calore e attrezzature e probabilmente anche in pubblico e visibilità. E’ stata una lunga giornata iniziata con i workshop di musica e poesia, molto partecipati e intensi, proseguita poi con lo scoppiettante concerto del gruppo folk Busqueda che ha infiammato la sala mostre della biblioteca. Dopo il primo concerto ci si è trasferiti nell’auditorium dove è stato presentato da Manuel Caprari il libro Borderlinea di Loris Ferri, uno tra i giovani esponenti dell’ormai visibile onda marchigiana.

Appena terminata la presentazione c’è stato il bouffet, con antipasti e primi freddi e vino; per la cronaca il sottoscritto ha usufruito soprattutto della bevanda. Avevamo pensato ad una cena calma e seduta ma visti gli spazi esigui il bouffet è stata la scelta migliore. Con in bocca ancora qualche chicco di riso siamo così passati alla premiazione dell’XI edizione di Poesia di Strada. Il nostro antico concorso, la nostra prima iniziativa pubblica. Se penso al 1998 quando appesi le prime poesie sul muro di via Messina a Colmurano (prima sede del concorso), quasi che mi commuovo. Comunque quest’anno Poesia di strada ha avuto 239 partecipanti provenienti da tutta l’Italia e da nazioni estere come Svizzera e Croazia.

La giuria del premio composta da: Cristina Babino, Marco Di Pasquale, Renata Morresi, Massimo Sannelli, Alessandro Seri e Giampaolo Vincenzi ha scelto i dieci poeti finalisti (Stefano Barco, Carlo Callari, Rino Cavasino, Anita Tanya Giuga, Antonio Moretti, Marianna Natale, Luca Giovanni Pappalardo, Loris Pattuelli, Pasquale Tabacchino e Novella Torre). Il momento solenne prevedeva che il sottoscritto fungesse da presentatore del premio e così ho cominciato a chiamare sul palco i vari poeti finalisti presenti cominciando dal Carlo Callari di Fermo e unico marchigiano nella decina dei finalisti. Callari è stato premiato da Marco Di Pasquale. Dopo di lui è toccato a Rino Cavasino di Firenze premiato da Rocco Marcozzi della Wizarts Edizioni casa editrice che pubblica l’antologia di Poesia di Strada. Quindi siamo passati al 3° posto di Antonio Moretti, giovane e promettente poeta barese, premiato da Lara Lucaccioni. Il 2° posto è andato a Luca Giovanni Pappalardo di Bologna premiato sempre da Lara Lucaccioni e infine è salita sul palco come vincitrice dell’undicesima edizione di Poesia di Strada la fiorentina Novella Torre, premiata, in assenza dei rappresentati del Comune di Tolentino, ancora da Marco Di Pasquale.

Con l’edizione 2008 di Poesia di Strada andata in archivio, il pubblico ha potuto gustarsi con calma le dieci tele dove gli artisti Nicola Alessandrini, Alice Castiglione, Eleonora Cesanelli, Raffaele Del Prà, Irene Diprè, Francesca Gentili, Mario Migliorelli, Stefania Puntaroli, Lara Quatrini e Simona Scarpacci hanno riprodotto le poesie dei finalisti. Le tele nel corso dell’anno faranno poi un lungo giro di biblioteche e librerie in modo da rendere più visibili questi bravissimi dieci poeti finalisti. Mentre il pubblico si godeva i dipinti, Alessandro Seri, quel lazzarone, è tornato sul palco per la sua performance Esiste il tempo, stavolta accompagnato dalla flautista Claudia Piccinini e dalla pianista Lorella Piccirillo. Lo ammetto non ero in forma, ho letto malino, non mi sentivo a mio agio come invece è successo in altre occasioni. Le musiciste come la solito sono state bravissime; il problema ero io. E anche se qualcuno tra il pubblico rideva, e qualcun’altro piangeva, e qualcun’altro era incazzato, e altri indifferenti; lì sopra quel palco, per quanto mi impegnavo, avevo l’impressione di essere distante da tutti. La soddisfazione me l’ha data la bravissima direttrice della biblioteca Filefica, Ombretta Cosatti che al termine della lettura mi ha consolato un po’ dicendo che le era sembrata una bellissima serata.

Per qualche istante mi sono immerso tra i saluti e parole, poi anche io ho avuto necessità di rilassarmi e sono andato a godermi la presentazione che Lara ha fatto al bel libro, davvero bello, di Alessio Alessandrini. Si intitola La vasca ed è edito da Lieto Colle. In sala eravamo in molti e tra i tanti c’erano anche Francesco Accattoli e Lorenzo Franceschini, altri due figuri noti per la giovane poesia marchigiana (che a forza di chiamarla giovane ormai si sta invecchiando). Subito dopo la presentazione altre belle parole scambiate con Lorenzo e Loris, parole sulla difficoltà di essere poeti, di organizzare con un po’ di decenza eventi di poesia, parole che ti fanno comqunque sentire non solo.

In ultimo alla fine per recuperare le energie di una giornata lunghissima e intensa mi sono seduto sotto al palco ad ascoltare la musica sublime del Dago Jazz Trio che mi ha accompagnato per ore anche dopo la fine dell’ultima nota, dell’ultima battuta, quando il cancello della biblioteca Filelfica si è chiuso dietro le nostre spalle e mi è venuto da pensare a quanto inutile può essere tutto questo se non lo si contestualizza rispetto a un mondo dove ci spacciano per bello le sfilate di moda in piazza, i libri su come fare shopping e i film di natale con tre coglioni della televisione. Allora dopotutto questa resistenza della poesia assume quasi un tono epico. Peccato che i politici non se ne rendano conto, ma loro hanno altro a cui pensare.

Annunci

2 Risposte to “Rampe per alianti festival IV edizione, Poesia di Strada XI edizione, 27 settembre 2008”

  1. cristinababino Says:

    beh neanche un accenno al clamoroso preludio alla serata poetica che hai trascorso nella Sala del Mappamondo di Fermo….??!!…

  2. Maristella Angeli Says:

    Alessandro, complimenti per la tua attività!
    Capita anche di non essere in piena forma, ma devi sicuramente essere soddisfatto per la forte carica che dai alle iniziative che vedono te ed il team Licenze poetiche, sempre in prima linea.
    Sono stata molto impegnata e non selezionata a questo concorso, ma ho vinto quello Internazionale “Una Terra di Leggende”, quindi sono molto felice.
    Un caro saluto a tutti voi, spero di rivedervi presto!
    Maristella Angeli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: