Archive for ottobre 2008

Salve, ne vogliamo parlare? – il secondo libro di Francesco Ciccarelli

30 ottobre, 2008

(in foto: Francesco Ciccarelli)

E’ uscito da un mese circa un libro di cui vorrei parlare in questo mio spazietto. Primo, non si tratta di un libro di poesie o di critica letteraria; secondo, non è un romanzo o un saggio di natura sociale; terzo non è stato scritto da un nome conosciuto del giornalismo o della cultura; e allora ne scrivo proprio per tutti questi non motivi e anche perchè chi l’ha scritto è una brava persona. Il libro in questione è stato scritto da Francesco Ciccarelli, giovane e intraprendente giornalista maceratese, e si intitola Salve, ne vogliamo parlare? – fatti e personaggi del nostro territorio e d’Italia a confronto edito dall’associazione culturale Voce Aperta. (more…)

In giro per il Mediterraneo (seconda parte)

25 ottobre, 2008

C’è un’altra scia che ho seguito nei miei giorni mediterranei ed è stata quella perigliosa e crociata dei cavalieri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni che dalla terra santa fecero il viaggio contrario, iniziando il loro ritiro senza averlo mai realmente concluso. Così anche io senza troppa attenzione, una volta raggiunto il mio est ho virato pensando di tornare a casa e come per i cavalieri anche per me la prima tappa è stata l’isola di Cipro dove si dice sia nata venere su uno scoglio che ancora oggi luccica di sole e sembra uno specchio il mare. Cipro, l’isola con le tombe dei re, che invece erano mercanti e che fecero di Paphos la loro capitale. E poi i mosaici antichi e gli uliveti e il problema dell’acqua che manca. E tutte le case con i serbatoi sul tetto. (more…)

In giro per il Mediterraneo (prima parte)

21 ottobre, 2008

 

In assenza di eventi letterari la mia vita di ottobre si è svolta per lo più lungo le coste del mediterraneo, dall’Egitto alla Tunisia, da Cipro a Rodi fino a Malta. Insomma un bel giro senza dubbio, tutto indirizzato su due rette parallele. La prima, quella nord africana, affascinante, profumata, confusa e calda; caratterizzata da tre colori: il bianco, il blu e il marrone chiaro. Il mare, il deserto, le case. Una esperienza indimenticabile piena di scoperte, una specie di ritorno al passato o magari la riacqusizione di una leggenda. Il Caso, quello con la lettera maiuscola però, ha fatto sì che i miei piedi si siano posati per la prima volta sul suolo africano in una città fondata da un tipo irascibile che si chiamava come me e che giusto per non sbagliarsi mise il suo nome alla ciità e guarda caso in quella città c’è la più grande biblioteca del mondo. (more…)