Premiazione di Poesia al mondo, Belforte del Chienti 18 aprile 2009

elisabetta-baleani

(in foto Elisabetta Baleani intervistata da Paola Pela)

Ormai i concorsi di poesia spuntano come funghi e la provincia di Macerata non fa eccezione, così senza colpo ferire ne conto cinque. All’inizio mi ero ripromesso di non partecipare alle varie giurie per le quali veniva richiesto il mio intervento; volevo dare un segnale di qualità, volevo che si capisse bene che Poesia di Strada (che Licenze Poetiche organizza da XIII anni) è il concorso per poesia inedita più prestigioso delle Marche. Poi dallo scorso anno, da quando il valore di Poesia di Strada non ha più bisogno di essere difeso (manco fosse in via di estinzione) ho deciso di virare e di concedermi il vezzo di partecipare alle giurie dei vari concorsi, se non altro per far vincere chi davvero merita. Così, su cara sollecitazione del buon Matteo Marangoni, ho fatto parte dei giudicanti del premio da lui organizzato: Poesie al mondo.

La serata finale del premio con relativa premiazione si è svolta a Belforte del Chienti sabato 18 aprile 2009 nel bel palazzo Bonfranceschi. Una serata ben riuscita con parecchie persone tra il pubblico e gran parte dei poeti finalisti. A presentare il tutto la strepitosa Paola Pela, voce nota di Radio Linea. Ovviamente gli onori di casa sono stati fatti da Marangoni e da Alfonso Caputo factotum dell’associazione Terra dell’arte oltre che dalle autorità comunali. Ci sono da dire alcune cose, tutte lodevoli. In primis la vincitrice del premio: Elisabetta Baleani da Recanati (già terza a Poesia di Strada nel 2001). Molto belle davvero le sue poesie, incisive nette e taglienti, ma appunto è un valore di cui conoscevo l’altezza.

Le altre note positive: molti poeti finalisti tra cui da segnalare Franco De Angelis (secondo classificato) e Francesco Sicilia (terzo classificato); ma poi Rita Bompadre, anche lei già premiata da Poesia di Strada (prima nel 2001) e antologizzata in L’opera continua, antologia di poeti maceratesi contemporanei – Giulio Perrone Editore, per la cronaca di seguito gli altri finalisti: Vincenzo Madio, Andrea Giadone, Giovanni Catalano, Siro Bona, Maria Marsili, Marco Ghergo, Giuseppe Armezzani, Silvia Pietrovanni, Francesco Artuso, Piergiorgio Viti, Tonino Quattrini, Lorena Montini, Ernesto Andreta dei quali è possibile leggere i testi selezionati qui: http://www.edizionisimple.it/poesie/. Molto ben fatte anche le pubblicazioni previste dal premio, tutte edite dalla Edizioni Simple di Macerata e ottima l’idea di abbinare alla serata alcune degustazioni di tipicità dell’entroterra maceratese. Insomma abbiamo anche bevuto e mangiato bene.

Tra i bei nomi presenti tra il pubblico da segalare i giornalisti Francesco Ciccarelli e Francesco Fiordomo, l’artista Simona Scarpacci e l’attore Carlo Filocamo che tra una rappresentazione e l’altra spaccia gormiti a mio figlio Riccardo. La nota stonata è per il sottoscritto che quando intervistato da Paola Pela si è cimentato in un pistolotto vetero restauratore sicuramente eccessivo per la serata di festa, ma tant’è che se non lo dico io che di poeti ce ne stanno pochi, ma pochi tanto e tutti gli altri sono bravi autori, chi volete che lo dice? Faccio ammenda e mi scuso con i solerti organizzatori, anche per il mastodontico ritardo del giorno successivo per il quale era programmata una lettura.

Annunci

Una Risposta to “Premiazione di Poesia al mondo, Belforte del Chienti 18 aprile 2009”

  1. maria chiara teodori Says:

    Ale, che UNDEREALISTA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: