La Fine (per quest’anno) della Tribù dalle pupille ardenti, Macerata 20 aprile 2009

(the end… of the raimbow)

Così siamo arrivati alla fine e sembra arrivato il momento di tirare le somme, qualche numero giusto per renderci conto di come si è proceduto e  di quanto si è fatto. Alla fine hanno partecipato alla Tribù 49 persone, 19 delle quali hanno frequentato in maniera assidua. Sono stati fatti 8 incontri e ogni incontro è durato almeno due ore e mezza, spesso sforando ben oltre le tre ore. Alla fine mi sono accorto che questa settima annata è stata quanto mai proficua. Ci sono stati i senatori come Marco Di Pasquale, Lara Lucaccioni, Gianluca Del Papa, Sonia Trippetta e Matteo Chiurchù; ci sono state le conferme come Simone Romagnoli, Giuseppe Morici e Manuel Caprari; ci sono state le belle novità come Tiziano Pezzati, Valerio Marconi, Alberto Fiastrelli e Maria Franca Gironelli e poi c’è stato l’innesto vitale e appassionato delle signore di  Più voce nel coro: Onorina Lorenzetti, Annamaria Ragni, Annamaria Cipolloni, Diana Brodolini, Angela Catolfi, Mary Aguglia e Amneris Ulderigi. Inoltre vanno ricordate le presenze saltuarie ma importantissime di membri storici della tribù e di amici come Christian Baleani, Sara Massei, Loretta Grassettini, Francesco Accattoli e Daniele Donati. Altrettanto importante ricordare che mi ha aiutato nelle introduzioni dell’inizio e della fine l’indispensabile Andrea Ferroni.

Dopo questa introduzione doverosa passo saltellando gioioso come una capretta tirolese alla cronaca della fine. Appena arrivato ho scorto il gruppo delle signore avanzare deciso, munito di cibarie e bevande per i festeggiamenti. Ho sorriso perchè ho sentito l’affetto reciproco. Subito dopo alla spicciolata sono arrivati un po’ tutti per dare inizio a questa fine. Andrea Ferroni ha introdotto con puntiglio l’argomento e come al solito ha lasciato a tutti molti spunti di riflessione che andranno ben oltre la serata; abbiamo discusso un po’ meno del solito, si capiva che nell’aere c’era allegrezza. Così abbiamo trattato l’argomento con una qualche velocità, anche, forse, per esorcizzarlo.

Abbiamo scritto come al solito e prima di cominciare a leggere è iniziato il finimondo: le signore hanno preteso con un sorrisone malizioso di iniziare per prime e si sono prodotte in letture preparate dedicate alla tribù, ed i testi erano divertenti al punto da far uscire lacrime e risate al sottoscritto. Una marea di parole sfoderate ad abbattere con grazia e leggerezza le mura cocciute della tribù, i suoi tabù. E via quindi a prendere per il culo alla parola anima e poi al cuore e poi sogno abbondando di esse in ogni dove, mettendo al tappeto con pugni di dolcezza lirica ogni tributario che si rispetti, però abbiamo riso a crepapelle.

Subito a seguire questa performance si è esibito iin un onemanshow il super eroe super lativo Gianluca Del Papa che ha scritto poesie cercando di imitare (riuscendoci, riuscendoci davvero) gli stili dei vari tributari e anche qui è stata geniale parodia eppure poesie belle ma belle davvero, complimenti Gianluca, significa non solo che sai scrivere ma che ci conosci come le tue tasche e questo, sinceramente, è bello di una bellezza umana. Non si poteva di certo chiudere normalmente ciò che normale non lo è mai stato e non lo sarà mai. Così abbiamo piegato per bene le poesie scritte in loco, le abbiamo gettate in un sacchetto e a caso ogni umano presente ne ha pescata una, finendo così per leggere ognuno la poesia dell’altro e mentre li ascoltavo, e ascoltavo le risate e i tentativi di riconoscere il proprietario del testo letto, mi rimbombava nella testa il concetto dell’altro.

Oggi rifletto su questa cosa e mi arrogo il diritto di proclamare la Tribù, il suo metodo, come la prima esperienza di poesia dell’altro in Italia, la poesia come mezzo per conoscere le persone che ci stanno a fianco, la poesia come mezzo utile ad abbattere le barriere che inevitabilmente e singolarmente tiriamo su per difenderci dalle brutture, dai timori, dalla quotidianità. Voglio chiudere questa riflessione e cronanca soffermandomi su alcune micro vicende che in fin dei conti fanno il sunto dello scorrere del tempo. Quest’anno purtoppo e con mio grande rammarico (anche con profonda tristezza e molti rimpianti) sono usciti dal gruppo Licenze Poetiche due persone, due poeti ai quali ho voluto, in modo diverso, un gran Bene; due fondatori dell’idea stessa di Licenze Poetiche: Cristina Babino e Giampaolo Vincenzi. E’ stato, è un brutto colpo, una perdita sconfinata. Il 5 maggio (buffa persino la ricorrenza) ho deciso di incontrarmi e cominciare un percorso di dedizione e scoperta della poesia con tre diciassettenni a mio avviso speciali: Ignazio, Sonia e Valerio: il futuro.

Annunci

2 Risposte to “La Fine (per quest’anno) della Tribù dalle pupille ardenti, Macerata 20 aprile 2009”

  1. Gianluca Says:

    . . . vojio anche lo stipendio da senatore! . . .

    Ti ringrazio davvero per la tua gentilezza, ma la parte che più condivido e che, per quanto mi riguarda, raccoglie tutto il senso dei nostri incontri è:
    “la poesia come mezzo per conoscere le persone che ci stanno a fianco, la poesia come mezzo utile ad abbattere le barriere che inevitabilmente e singolarmente tiriamo su”.

    . . . . what else? 😉

  2. maria chiara teodori Says:

    Quanto mi è piaciuta la fine di questa esperienza a Macerata.
    Sento che attraverso questo modo di conoscerci, si abbattono barriere interne, facciamo vedere come siamo.
    Bisogna non aver paura, dell’ignoto, dell’ inconscio
    ma guardarci attraverso uno specchio che non riflette l’immagine,
    la amplia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: